Ulipristal acetate. A new emergency contraceptive. Ethical aspects of its use

  • Justo Aznar | justo.aznar@ucv.es Medical Doctor, PhD, Institute of Life’s Science of the Catholic University of Valencia, Spain.

Abstract

Così come si presenta la pillola del giorno dopo può essere utilizzata in modo efficace fino a 72 ore dopo il rapporto sessuale non protetto. Tuttavia, in alcuni casi, questo periodo può essere troppo breve. Per tale motivo, è stata commercializzata per la prima volta una pillola, l’acetato ulipristal (Ellaone), per la contraccezione d’emergenza post-coitale fino a 120 ore (5 giorni) dopo i rapporti sessuali non protetti o nel caso di insuccesso del contraccettivo. Un aspetto importante da considerare nella valutazione etica di un farmaco usato per la contraccezione d’emergenza è il suo meccanismo d’azione, in quanto tale valutazione sarà molto diversa se il farmaco agisce inibendo o ritardando l’ovulazione o impedendo l’impianto della blastocisti nell’utero materno, dal momento che in quest’ultimo caso eserciterebbe la sua azione portando a termine la vita di un embrione in vita, secondo dunque un meccanismo abortivo. In relazione al meccanismo d’azione dell’Ellaone, quando la pillola è assunta cinque giorni prima dell’ovulazione la sua azione sarà fondamentalmente anticoncezionale, e lo stesso se è assunta quattro giorni prima. Se assunta tre giorni prima dell’ovulazione, può essere anticoncezionale o anti-impiantatorio, ma da allora in poi, il meccanismo attraverso cui l’Ellaone è in grado di prevenire le gravidanze indesiderate sarà anti-impiantatorio o, in altre parole, abortivo. In sintesi, tra il 50% e il 70% del tempo, Ellaone agirà secondo un meccanismo abortivo. Ci sembra che questa sia la realtà oggettiva circa il meccanismo d’azione dell’acetato ulipristal (Ellaone), e quindi il suo effetto anti-impiantatorio dovrà essere preso in considerazione per l’elaborazione di un giudizio etico sul suo uso.
----------
Current presentations of the morning-after pill can be used effectively for up to 72 hours after unprotected sexual intercourse. However in some cases, this period can be short. For that reason, a pill, ulipristal acetate (Ellaone), which is licensed for post-coital emergency contraception up to 120 hours (5 days) following unprotected sexual intercourse or contraceptive failure, has now been marketed for the first time. An important aspect to consider in the ethical assessment of any drug used in emergency contraception is its mechanism of action, as this assessment will be very different if the drug acts by inhibition or delaying the ovulation or by preventing the implantation of the blastocyst in the maternal uterus, since in the latter case it would exert its action by terminating the life of an already living embryo, i.e. by an abortive mechanism. In relation to the Ellaone’s mechanism of action, when the pill is taken five days before ovulation its action will be basically anticonceptive, and the same if it is taken four days beforehand. When it is taken three days before ovulation, it may be anticonceptive or by prenventing implantation, but from then on, the mechanism by which Ellaone may prevent unwanted pregnancies will be by an anti-implantation mechanism, in other words, abortive. In summary, between 50% and 70% of the time, Ellaone will act by an abortive mechanism. It seems to us that this is the objective reality about the mechanism of action of ulipristal acetate (Ellaone), and therefore its anti-implantation effect will have to be taken into consideration when issuing an ethical judgement on its use.

Downloads

Download data is not yet available.
Published
2010-02-28
Section
Original Articles
Keywords:
Ellaone, acetate ulipristal, contraccezione d’emergenza, meccanismo d’azione / Ellaone, emergency contraception, mechanism of action
Statistics
Abstract views: 215

PDF (Italiano): 3
Share it
How to Cite
Aznar, J. (2010). Ulipristal acetate. A new emergency contraceptive. Ethical aspects of its use. Medicina E Morale, 59(1). https://doi.org/10.4081/mem.2010.221