Derecho versus bioética en las tomas de decisiones médicas en torno a casos límites

Abstract

L’autore riflette sui dilemmi etici dei medici odierni e su quali siano le misure che devono individuare per risolverli. Nega che la bioetica sia la panacea per risolvere queste questioni come pure che la legge rappresenti l’ultima istanza dell’ideale di giustizia. La risposta risiede nella ricerca che ciascuno fa nella ricerca della soluzione ottimale di un problema. L’autore è particolarmente critico con linee di pensiero che difendono una visione neutrale della giustizia nelle questioni morali, lasciando che gli individui agiscano secondo le proprie credenze; accusa il liberalismo neutrale di creare una società senza valori e di promuovere leggi che stanno trasformando la società; esplora il futuro dell’umanità minacciato da tecniche che possono modificare il genoma e con essa creare nuovi tipi di esseri umani; riflette sul rapporto scienza-etica-legge per dimostrare che sia la bioetica che la legge dovrebbero avere solidi fondamenti scientifici. A titolo di esempio, egli ricorda come le leggi fondamentali per la procreazione assistita e la ricerca biomedica in Spagna, 14/2006 e 14/2007, si basavano su una sola Commissione senza una garanzia scientifica. L’autore sottolinea come l’aspetto essenziale per legiferare sulla natura giuridica dell’embrione umano è quello di stabilire scientificamente ed inequivocabilmente quando comincia la vita umana. Dopo aver preso in considerazione le diverse opinioni egli fa notare come tutti gli argomenti scientifici che supportano la natura giuridica dell’embrione e molte leggi sull’aborto che negano la personalità dell’embrione sino a un certo periodo dell’impianto, si basano sulle stesso tipo di speculazione mai provata. Nel 1922 G.W. Corner mise in relazione la struttura delle membrane fetali (corialità, amnios) con le differenti fasi ipotetiche di duplicazione embrionale. Corner presentò la sua teoria come una proposta teorica, una speculazione. (We may permit ourselves to (…) indulge in a brief speculation regarding the morphogenesis of human monochorionic twins). Un autore moderno, Rowena Spencer ha dimostrato che questa teoria non è affatto vera. L’autore conclude dicendo che solo una società che considera l’uomo come fine per se stesso senza considerare le circostanze sarà salva dall’autodistruzione.
----------
The author reflects upon the ethical dilemmas of nowadays doctors and which are the measures they have to try to solve them. He denies that bioethics is the panacea for solving these issues as well as the consideration of law as the last instance of the ideal of justice. The answer everybody looks for in the quest for the optimal resolution of a problem. The author is specially critical with lines of thought that advocate a neutral kind of Justice in moral issues letting individuals act according to their own believes. The author accuses neutral liberalism of creating a society without values and of promoting laws that are transforming society. The author explores the future of humanity threatened by techniques that may modify the Genome and therewith create new types of human beings. The author reflects upon the relation Science-Ethics-Law to demonstrate that both bioethics and law should have solid scientific foundations. As an example, the author mentions how the Fundamental Laws for assisted human reproduction and biomedical research in Spain 14/2006 and 14/2007 were based on the opinion of a sole commission without scientific warrant. The author outlines how the essential aspect in order to be able to legislate about the juridical nature of the human embryo is to establish scientifically and unequivocally when does a human life begin. After considering different opinions he analyzes that all the scientific arguments that support the juridical nature of the embryo and most abortion laws denying personhood of the embryo until after a certain period of implantation, are based upon the same type of never proven speculation. In 1922 G. W. Corner put in relation the structure of fetal membranes (chorionicity, amnion) with different hypothetical stages of embryonic duplication. Corner presented his theory as a theoretical suggestion, a speculation. (We may permit ourselves to (…) indulge in a brief speculation regarding the morphogenesis of human monochorionic twins). Modern author, Rowena Spencer has demonstrated that this theory is far from true. The author finishes by saying that only a society that considers man, as an end in itself notwithstanding circumstances will be saved from self-destruction.

Downloads

I dati di download non sono ancora disponibili
Pubblicato
2011-06-30
Sezione
Original Articles
##article.stats##
Abstract views: 229

PDF: 0
##article.share##
Come citare
Villanueva Canadas, E. (2011). Derecho versus bioética en las tomas de decisiones médicas en torno a casos límites. Medicina E Morale, 60(3). https://doi.org/10.4081/mem.2011.166