Medicina e Morale

Medicina e Morale. Rivista internazionale di Bioetica è una rivista scientifica bimestrale promossa dall’Università Cattolica del Sacro Cuore (UCSC). La rivista pubblica articoli originali su temi di bioetica, filosofia morale, etica medica, deontologia, filosofia del diritto e discipline affini, come pure casi studio che presentino dilemmi etici rilevanti. Sorta per iniziativa dei Medici Cattolici di Torino, con l’intento di riflettere su temi medico-morali, la Rivista pubblicava il primo numero nel 1951, sotto la direzione di p. Agostino Gemelli, di Pietro Sisto (Professore di Patologia medica speciale a Torino) e di Pietro Rondoni (Professore di chimica biologica nell’Università di Milano). I medici Enzo De Lorenzi e Gian Pietro Ravera formarono la Redazione. Con il n. 1 del 1955 la pubblicazione veniva acquistata dalla Editrice “Vita e Pensiero” della UCSC, rimanendo invariate la Direzione e la Redazione. Nel 1973 la citata editrice decideva di dare ulteriore impulso alla rivista, attraverso un processo di maggiore coinvolgimento della Facoltà Medica. La Direzione veniva assunta dal Prof. Angelo Fiori, medico legale, il Comitato di Direzione e quello di Redazione venivano allargati. Nel 1974 la Rivista acquisiva la collaborazione del Prof. Elio Sgreccia, in seguito Condirettore e quindi Direttore a fianco del Direttore Responsabile Prof. Fiori. La Rivista allargava il suo orizzonte al crescente sviluppo della bioetica di cui veniva anticipata l’espansione anche in Italia, verificatasi alcuni anni dopo. Superate le temporanee difficoltà amministrative del 1983, “Medicina e Morale”, gestita ormai dalla Facoltà di Medicina dell’UCSC, giungeva in breve tempo al traguardo di oltre 3000 abbonati, in parte esteri. Nel dicembre 2015, il Rettore dell’UCSC ha emanato un Decreto recante il Regolamento della rivista “Medicina e Morale. Rivista internazionale di bioetica”, il quale, unitamente al Codice etico di cui la rivista si era già dato, ne delinea ora la nuova struttura, definendone in modo più dettagliato lo scopo e il ruolo dei diversi organi. Nuovo direttore è stato nominato il prof. Antonio G. Spagnolo, direttore dell'Istituto di Bioetica e Medical Humanities dell’UCSC. Si può dire con legittima soddisfazione, che la Rivista gode di un credito in Italia ed in altri Paesi del mondo, figurando nelle biblioteca di importanti Università e Istituzioni Culturali.
Medicina e Morale. Rivista internazionale di Bioetica is a scientific bimonthly journal promoted by the Università Cattolica del Sacro Cuore (UCSC). The Journal publishes original articles on bioethics, moral philosophy, medical ethics, deontology, philosophy of law, and related disciplines, as well as case studies in which ethical dilemmas are relevant. Started up by Catholic Doctors of Turin, with the aim of reflecting on medico-moral issues, the Journal has published the first issue in 1951, under the direction of Fr. Agostino Gemelli (UCSC’s Rector), Peter Sisto (Professor of Special Pathology at the University of Turin) and Peter Swifts (Professor of Biological Chemistry at the University of Milan). Physicians Enzo De Lorenzi and Gian Pietro Ravera worked as Editorial Staff. From No. 1 on 1955 “Vita e Pensiero” publisher bought the Journal, but Editor-in-Chief and Editor Staff were unchanged. In 1973 the above-mentioned publisher tried to implement the Journal by a major involvement of the Faculty of Medicine. Prof. Angelo Fiori, forensic scientist, became the Editor-in-chief and the Editorial Committee and the Editorial Staff were enlarged. In 1974 Prof. Elio Sgreccia started to collaborate with the Journal, and later he became Editor, alongside Prof. Fiori. The Journal broadened its horizon, dealing with Bioethics. After some administrative difficulties in 1983, “Medicina e Morale”, managed by the Faculty of Medicine at UCSC, came quickly to the milestone of over 3000 subscribers, partly from foreign countries. In December 2015, the Rector of UCSC has issued a decree on the journal "Medicina and Morale. Rivista internazionale di Bioetica”, which, together with the Code of ethics previously published, outlines the new structure, defining in more detail the scope and the role of the different organs. Prof. Antonio G. Spagnolo, director of the Institute of Bioethics and Medical Humanities of the UCSC, has been appointed as director. We can say with justifiable satisfaction, that now the Journal has a credit in Italy and in other countries around the world and it is present in several important Universities and Cultural Institutions.
 
© PAGEPress 2008-2017     -     PAGEPress is a registered trademark property of PAGEPress srl, Italy.     -     VAT: IT02125780185